Zum Inhalt springen
Così diversi com’è la vita

Informazioni su Morningstar

Morningstar è una società leader mondiale nel settore delle informazioni per investitori istituzionali e privati. Morningstar Deutschland ha avviato la propria attività di servizi online nel 2001, quale parte della rete europea. Per saperne di più sulla storia della società, sulle categorizzazioni, sul rating Morningstar e su Morningstar Style Box Azionario del nostro solido partner cliccate sulla relativa rubrica.

Morningstar

Storia della società

Morningstar è stata fondata nel 1984 da Joe Mansueto a Chicago. Ha esordito con la pubblicazione del «Mutual Fund Sourceback», una sorta di raccolta nella quale sono stati inseriti tutti i fondi d’investimento per garantire al piccolo investitore gli stessi vantaggi dell’investitore istituzionale, ossia un’ampia base patrimoniale, un portafoglio diversificato ed una gestione patrimoniale professionale. Joe Mansueto era convinto che i dati e le informazioni su questi fondi dovessero essere accessibili a tutti.

Sulla base di questa filosofia, Morningstar ha sviluppato nel corso degli anni un’ampia gamma di prodotti e servizi sia per gli investitori istituzionali, sia per quelli privati.

Cifre e fatti interessati su Morningstar

  • Circa 1 milione di visitatori al giorno su http://www.morningstar.com/ che è diventato il sito Internet sui fondi d’investimento più consultato al mondo – 100.000 membri Premium.
  • Circa 400.000 intermediari dei 500.000 che operano negli Stati Uniti acquistano strumenti di consulenza di Morningstar. La società è dunque leader indiscusso del mercato nell’offerta di strumenti di consulenza.
  • Circa 700.000 fondi d’investimento in un database globale di cui circa 42.000 classi di fondi in Europa, con holding complete ed aggiornamenti quotidiani.
  • Rating dei fondi d’investimento a livello europeo, e non per confronti nazionali.
  • In Germania è rappresentata su tutti i principali portali e siti web: ad es. T-Online, AOL, MSN, Spiegel-Online, Manager Magazin online.
  • 800 collaboratori in tutto il mondo che operano da 17 sedi.

Categorie

Categorie Morningstar 
Morningstar ha uniformato la classificazione dell’universo dei fondi europei, attribuendo ogni fondo in Europa a una sola categoria. Le varie categorie adempiono a due funzioni principali

Supporto decisionale per la ripartizione del patrimonio 
Normalmente ogni categoria raggruppa fondi con strategie d'investimento simili. I fondi vengono assegnati alle categorie in base ad un’analisi del portafoglio effettuata da Morningstar. Grazie a questa classificazione precisa, l’investitore è in grado di comporre un portafoglio di fondi equilibrato.

Raffronti fra rendimenti di vario tipo 
I rating mensili di Morningstar si basano sul confronto di fondi in un determinato gruppo di raffronto. Ogni fondo in Europa viene assegnato ad una sola categoria.

Ecco gli elementi fondamentali su cui si basano le categorie:

fondi azionari (investimento in azioni): Paese o regione, settore di azioni e capitalizzazione di mercato;

fondi obbligazionari: solvibilità, valuta e durata;

fondi misti (investimento in un mix di azioni ed obbligazioni): la valuta di base e la quota di azioni (in relazione alla valuta).

Le categorie di Morningstar sono soggette ad un processo dinamico per rispondere alle condizioni di mercato in continuo mutamento e all’esigenza di innovazione.

Rating

Rating
Oltre 15 anni fa Morningstar presentò per la prima volta agli investitori un’idea semplice ma al tempo stesso pionieristica: una valutazione dei rendimenti dei fondi d’investimento che considera costi e rischi. Il rating Europe Star di Morningstar è una soluzione di semplice impiego per l’analisi dell’evoluzione del valore di fondi analoghi che tiene conto di costi e rischi.

La particolarità di Morningstar consiste nel fatto che è possibile effettuare un confronto a livello europeo dei fondi autorizzati in Germania. Il rating di Morningstar è composto dai seguenti fattori principali:

  • categorie Morningstar
  • costi
  • rendimento commisurato al rischio

 

Impiego dei rating di Morningstar 
Il rating di Morningstar è inteso quale strumento sussidiario iniziale che vi offre una prima panoramica delle categorie e dei fondi che vi interessano. Oltre al rating potete anche visualizzare singole posizioni del portafoglio e tante altre informazioni dettagliate. Naturalmente dovete sempre considerare la ripartizione del vostro patrimonio, la vostra propensione al rischio, la vostra situazione fiscale, la struttura dei costi dei vostri fondi e il vostro reddito.

Il rating non può essere inteso come punto di riferimento per queste decisioni importanti. Un’ultima osservazione: in caso di cambio della gestione, il rating Morningstar si riferisce sempre al fondo, non al gestore. A determinate condizioni, il rating dei fondi può pertanto basarsi quasi esclusivamente sul successo del gestore che non è più il responsabile del fondo.

 

 

Style Box

Morningstar Style Box 
 

  •  Morningstar Style Box Azionario 
    Il Morningstar Style Box Azionario offre una rapida panoramica su due caratteristiche decisive d'un fondo azionario: la dimensione (capitalizzazione di mercato media delle aziende nei fondi) ed il livello di valutazione (prospettive di crescita, rapporto P/E) delle società in cui investe. Questi due fattori svolgono un ruolo importante per spiegare sia la rendita, sia il profilo di rischio d'un fondo. Naturalmente queste informazioni devono essere integrate con gli altri dati del portafoglio, come ad esempio la ponderazione dei settori.
  • Morningstar Style Box Obbligazionario 
    Il Morningstar Style Box Obbligazionario riassume due fattori di rischio essenziali in ogni fondo obbligazionario, ossia l’esposizione ai tassi d’interesse e la solvibilità.

    L’esposizione ai tassi d'interesse è un elemento irrinunciabile per la valutazione del rischio relativo agli investimenti a reddito fisso. In genere gli strumenti a lungo termine sono esposti ad un rischio maggiore rispetto a quelli di breve durata. L’indicatore per la valutazione dell’esposizione ai tassi d’interessi si chiama duration modificata.

    La solvibilità definisce il rischio di insolvenza ed è particolarmente significativa per le obbligazioni societarie e per quelle dei Paesi emergenti. Una più elevata probabilità di insolvenza (= bassa solvibilità o basso merito creditizio) si traduce in maggiori oscillazioni dei corsi.

    In una prima fase si considera il rating medio delle obbligazioni nel portafoglio che viene assegnato da società di rating specializzate come Moody's, Fitch o S&P. Ad ogni risultato di rating viene assegnato un numero e calcolata la media. Il risultato è un numero che corrisponde al rischio di credito medio del portafoglio.